Finalborgo-Archeotrekking passeggiata nella Valle di Nava

| 18.02.2018

Le escursioni nell’ambito di archeotrekking alla scoperta dell’entroterra finalese proseguono da gennaio ad aprile 2018.

Si tratta di escursioni con guida naturalistica ed ambientale alla scoperta dei luoghi più suggestivi, con un durata da minimo tre ore (dalle 9:30 alle 12:30 circa), fino ad una giornata.

Le tariffe sono: adulti 8,00 € (escursioni gionaliere 10 € per gli adulti) – bambini 4,00 € (sotto i 10 anni), se non diversamente indicato. Per informazioni e prenotazione (obbligatoria, entro il giorno prima dell’escursione) contattare il Museo Archeologico del Finale, tel. 019.690020 –didattica@museoarcheofinale.it. Si raccomanda l’utilizzo d’attrezzatura da trekking.
Ecco nel dettaglio il programma:
Domenica 18 febbraio, ore 9.30 – San Lorenzino e la Valle di Nava
Una passeggiata nella suggestiva e selvaggia Valle di Nava, tra cave dismesse di Pietra del Finale, fino all’abitato di Orco e all’altura isolata che domina il territorio circostante ed ospita i resti del Castrum medievale con la chiesa di San Lorenzino. Luogo di ritrovo: posteggio davanti alla Chiesa di Finalpia
Domenica 4 marzo, ore 9.30 – Perti: Pianmarino e la Grotta Pollera
Con il suo maestoso antro e due ingressi la Grotta Pollera, in località Rio della Valle, al contatto tra la Pietra di Finale e il substrato roccioso più antico, è uno dei siti preistorici più importanti del Finalese, con numerosi reperti risalenti al Neolitico (5800-3600 a.C. circa) e all’Età del Bronzo (2000-1350 a.C. circa). Luogo di ritrovo: posteggio bus adiacente alla rotonda di Finalborgo
Domenica 18 marzo, ore 9.30 – San Bernardino, Arma della Moretta e Bric Pinarella
Dopo aver visitato una piccola cavità ai piedi del massiccio in Pietra di Finale di San Bernardino, dove si trovano migliaia di segni incisi risalenti alle Età dei Metalli realizzati sul pavimento e le pareti rocciose della grotta, si raggiunge una stele con un foro infissa nella roccia, antico osservatorio astronomico. Luogo di ritrovo: posteggio bus adiacente alla rotonda di Finalborgo
Lunedì 2 aprile (lunedì di Pasquetta), ore 9.30 – Anello altopiano di San Bernardino e i tre ciappi – giornata intera (fine escursione ore 15.30 circa)
Immersi in paesaggi di grande suggestione, tra fitti boschi e antichi terrazzamenti coltivati, una giornata dedicata alla scoperta dei “ciappi”, grandi lastre in Pietra di Finale, che fin dalle Età dei Metalli furono utilizzati per incidervi sopra figure geometriche, vaschette, canalette e altre enigmatiche raffigurazioni. Quota di partecipazione: 10,00 € per gli adulti, per i bambini (sotto i 10 anni) 4,00 €. Luogo di ritrovo: posteggio bus adiacente alla rotonda di Finalborgo
Domenica 15 aprile, ore 9.30 – Boragni e l’Arma Strapatente
Da Boragni, nucleo rurale medioevale incontaminato, si giunge con un sentiero all’Arma o Grotta Strapatente, una delle più ampie e scenografiche caverne del Finalese, impreziosita da una grande stalagmite, sbucando poi in una forra di selvaggia bellezza. Luogo di ritrovo: posteggio davanti alla Chiesa di Finalpia

Mercoledì 25 aprile, ore 9.30 – Anello delle Mànie: Caverna delle Fate, Ponti romani, Arma delle Manie e Pian del Ciliegio – giornata intera (fine escursione ore 15.30 circa)
L’Altopiano delle Mànie e la Val Ponci sono due eccellenze ambientali e storiche del Finalese. Percorrendo la strada romana Iulia Augusta, nella suggestiva Val Ponci, si visitano i ponti delle Fate e il ponte Sordo, risalenti al I secolo d.C., mentre nella zona dell’Altopiano delle Mànie si compie un tuffo nel passato più remoto con siti archeologici che documentano la presenza umana a partire da 350mila anni fa. Quota di partecipazione: 10,00 € per gli adulti, per i bambini (sotto i 10 anni) 4,00 €. Luogo di ritrovo: posteggio presso Trattoria Gambero Verde, località Le Manie