Savona-Nuovofilmstudio-Hitler contro Picasso e gli altri

| 15.05. - 16.05.2018

Gruppo FAI Giovani – Savona e Nuovofilmstudio presentano:
Arte al Cinema presso le Officine Solimano in piazza Rebagliati

Una appassionante e inedita serie di eventi cinematografici che, grazie alla tecnologia del cinema digitale, fanno vivere su grande schermo tutta la ricchezza delle mostre, degli artisti e dei movimenti artistici più affascinanti, innovativi, rivoluzionari e irriverenti della storia.

mar 15 maggio (15.30 – 21.15)
mer 16 maggio (17.30 – 20.30)

Hitler contro Picasso e gli altri
di Claudio Poli
con la partecipazione di Toni Servillo
Italia 2018, 94’
introduzione di martedì alle 21.00 a cura del FAI Giovani Savona

Ingresso aperto a tutti 10€ – soci FAI e soci sostenitori 8€ – durante la serata sarà possibile iscriversi o rinnovare l’iscrizione al FAI a soli 15€ fino ai 35 anni.

In due modi il nazismo mise le mani sull’arte: tentando di distruggere ogni traccia delle opere classificate come “degenerate” e attuando in tutta Europa un sistematico saccheggio di arte antica e moderna. Il documentario guida per la prima volta alla scoperta del Dossier Gurlitt, di rari materiali d’archivio, dei tesori segreti del Führer e di Goering.
Chagall, Monet, Picasso, Matisse, Klee, Kokoschka, Otto Dix, El Lissitzky. Artisti messi al bando, disprezzati, condannati eppure anche trafugati, sottratti, scomparsi. Sono trascorsi 80 anni da quando il regime nazista bandì la cosiddetta “arte degenerata”, organizzando, nel 1937 a Monaco, un’esposizione pubblica per condannarla e deriderla e, contemporaneamente, una mostra per esaltare la “pura arte ariana”, con “La Grande Esposizione di Arte Germanica”. Proprio in quegli stessi giorni cominciò la razzia, nei musei dei territori occupati e nelle case di collezionisti e ebrei, di capolavori destinati a occupare gli spazi di quello che Hitler immaginava come il Louvre di Linz (rimasto poi solo sulla carta) e di Carinhall, la residenza privata di Goering, l’altro grande protagonista del saccheggio. Si calcola che le opere sequestrate nei musei tedeschi siano state oltre 16.000 e oltre 5 milioni in tutta Europa. Proprio per raccontare alcune delle infinite storie che presero il via in quei giorni, a distanza di 80 anni è stato pensato questo documentario-evento con la partecipazione straordinaria di Toni Servillo e la colonna sonora originale firmata da Remo Anzovino.