Savona-MI ABBATTO E SONO FELICE

| 12.01.2019

Sala teatro Cattivi Maestri presso le Officine Solimano in piazza Rebagliati
Video promo dello spettacolo
Sabato 12 gennaio, ore 20.45

MI ABBATTO E SONO FELICE

Di Daniele Ronco, ispirandosi a “La descrescita felice” di Maurizio Pallante. Con Daniele Ronco. Regia di Marco Caviccioli, elementi di scena di Piero Ronco, Federico Merula, Lorenzo Rota.Mulino ad arte.

Premio MaldiPalco 2015, CassinoOFF 2016, Premio residenza Fienile Fluò (Bologna).

Realizzato con il sostegno di Teatro Tangram, Fondazione Live Piemonte dal Vivo, Città di Orbassano, Comune di Cumiana.

Sempre più spesso si sente parlare di disagio, crisi, scarsa produttività, povertà, inquinamento, surriscaldamento globale… Ma come, nell’era del benessere ci sono tutti questi problemi?! Sembra che la felicità dell’uomo occidentale sia direttamente proporzionale a quanto produce e quanto consuma: producendo si ottiene denaro e più denaro si possiede, più si consuma e ci si sente felici. Siamo certi di questa affermazione? Molti di noi avrebbero la risposta pronta, ma a parole siamo bravi tutti. Sono i fatti quelli che contano. Pensiamo per un attimo alla tensione che scorre all’ora di punta nei centri delle città, quando basta un clacson per far scoppiare una rissa. Pensiamo all’invidia nei confronti di chi, sul posto di lavoro, ottiene un passaggio di livello, ai continui piagnistei delle persone davanti a uno spritz, ai milioni di finanziamenti suicidi per assicurarsi un’automobile da 40.000 e uro, alle farmacie prese d’ assalto da una popolazione malata e acciaccata. Vi sembrano segni di un popolo felice?

“Mi abbatto e sono felice” non utilizza energia elettrica in maniera tradizionale.

Si autoalimenta grazie allo sforzo prodotto dall’attore in scena, che pedalando per un’ora intera su una bicicletta recuperata in discarica, fa girare una dinamo collegata a un faro, che si illumina a seconda dell’intensità della pedalata. Non sono presenti altri elementi scenici, i costumi sono essenziali e recuperati al mercatino dell’usato. Le musiche sono live. È lo stesso attore ad accompagnare il pubblico in alcune esperienze sensoriali, suonando uno strumento a percussione in legno, realizzato a mano da un artigiano africano.

DURATA 1 ora circa
GENERE Teatro di narrazione
PUBBLICO Per tutti
BIGLIETTO € 15 (€ 12 per i soci Arci)

Se volete essere sicuri di trovare posto, vi consigliamo di prenotare.
Info e prenotazioni: 392 1665196, 349 2984973, 3475860670, cattivimaestri@officinesolimano.it