Savona-RICORDATI DI ME

| 26.01.2019

Sala teatro Cattivi Maestri presso le Officine Solimano in piazza Rebagliati

Sabato 26 gennaio, ore 20.45

RICORDATI DI ME
Di e con Annapaola Bardeloni. Musiche e arrangiamenti di Stefan Gandolfo e Nicola Calcagno. Compagnia Trabateatro.

Indicativamente gli animali MIGRANO, gli uomini E-MIGRANO (o IM-MIGRANO)

Questa è la storia di un MIGRANTE.

Questa è la storia di un tonno. Rosso. Di nome e di fatto.

La casa naturale di Rosso, il tonno, sta nelle acque freddissime del Nord Atlantico. Ma ogni anno la primavera lo chiama e lui parte.  Per il suo  viaggio d’amore. Saluta e parte. Attraversa lo Stretto di Gibilterra arriva nelle acque tiepide del Mediterraneo e lì finalmente amoreggia.  Ch’è più bello assai amoreggiare in acque tiepide. E il Mediterraneo al confronto dell’Atlantico par quasi una piscina.

Una piscina.

Rosso, il tonno, compie questo viaggio ogni anno, guidato dal suo codice genetico (e non è certo  il solo,  succede anche ad  altri animali, che sia per mare o per terra) seguendo il suo percorso irrinunciabile rigorosamente da Ovest verso Est, nuotando vicino alla costa, come se ci vedesse solo dall’occhio sinistro.

Così dal nord Atlantico  arriva davanti alla Liguria, poi scende lungo la costa Occidentale della Sardegna, si spinge fino alle Baleari,  passa dalle coste della Sicilia e arriva fino al Nord Africa e alla Turchia.

Finita l’estate compie l’esatto percorso inverso. Rosso, il tonno rimane per tutti un mistero. Lo studiano anche gli scienziati. Già Aristotele ne parlava.

Le tonnare nascono dall’osservazione delle abitudini di Rosso, il tonno.

La tonnara di fatto è uno sbarramento di rete che dalla costa va verso il largo.

Rosso il tonno, credendola la costa, la segue ed entra  in quel labirinto di reti  creato apposta per portarlo verso la sua destinazione finale : la camera della morte.   Eh…. Pare brutto, ma così si chiama.

Figuriamoci Rosso il tonno che dopo tanto viaggiare e amare e sperare si trova lì in mezzo.

E non è mai solo lì dentro. Le reti son sempre piene piene di altri Rossi, i tonni.

Da un po di anni poi le reti son piene anche di altri strani esseri marini. Hanno piedi. Hanno mani. Hanno storie e vite che si diluiscono nell’acqua. Rosso li guarda e li ascolta. Perché e tutti dal fondo dell’acqua tiepida della piscina del Mediterraneo emettono bolle che cantano con voce da sirena tre parole a canone :

RICORDATI – DI – ME.
DURATA 1 ora circa
GENERE Teatro di narrazione con musica dal vivo
PUBBLICO Per tutti
BIGLIETTO € 15 (€ 12 per i soci Arci)

Se volete essere sicuri di trovare posto, vi consigliamo di prenotare.
Info e prenotazioni: 392 1665196, 349 2984973, 347 5860670,  cattivimaestri@officinesolimano.it