Altare-Natale sottovetro

| 15.12. - 24.02.2019

Sabato 15 dicembre alle ore 16.00 presso le sale di Villa Rosa, il Museo dell’Arte Vetraria Altarese inaugura la mostra “Natale SottoVetro”, tradizionale appuntamento del periodo natalizio.

Quest’anno il progetto espositivo è dedicato al mondo animale, da sempre fonte di ispirazione della creatività umana, a partire dalle rappresentazioni rupestri alla più recente arte digitale.
La mostra “Lo zoo di vetro” ripercorre la variegata produzione di animali in vetro che ha attraversato i secoli XX e XXI, ospitando creature affascinanti, realizzate con estro e fantasia dalle sapienti mani di maestri vetrai di fama internazionale.
Il visitatore potrà conoscere o ritrovare animali in vetro dalle più svariate forme, in un percorso dinamico tra giochi di trasparenze e i colori ‘dell’arcobaleno’.
Un viaggio nell’arte vetraria, in bilico tra raffigurazione naturalistica e vis caricaturale, tra intento realistico e stilizzazione, nella costante oscillazione tra tradizione tecnica e sperimentazione formale.

Il registro in parte favolistico degli oggetti esposti fa sì che l’esposizione si rivolga non solo ad un pubblico adulto, ma sia volta anche a soddisfare la curiosità di bambini e ragazzi, ai quali sarà dedicato un laboratorio didattico e creativo a tema (per info e prenotazioni tel. 377.5539880).

Per l’occasione il Museo ospiterà la narrazione per piccoli e grandi
“La zuppa di sasso”
liberamente tratto dal libro la zuppa di sasso di Anais Vaugelade
di e con Daniela Carucci
in collaborazione con Antonio Tancredi e la Compagnia Teatro Cattivi Maestri

In una fredda notte d’ inverno, un vecchio lupo si avvicina ad un villaggio. Ha un sacco pesante sulla schiena con dentro un grande sasso. Lo vuole usare per fare una zuppa. Così dice alla gallina che lo ascolta al di là della porta. Ma si può credere ad un lupo? E se fosse veramente così? Se veramente il lupo fosse arrivato al villaggio solo per cucinare il suo sasso dentro un gran pentolone?
Una piccola storia che ci parla di pregiudizi e di accoglienza, di come riscoprirsi una comunità unita anche attraverso una storia.

La mostra sarà visitabile sino al 24 febbraio 2019, secondo gli orari di apertura del Museo:
dal martedì alla domenica, dalle 14.00 alle 18.00. Chiuso: lunedì, 25-26 dicembre, 1 gennaio