Savona-Citrus, Festival degli Agrumi

| 21.02. - 24.02.2019

A Savona dal 21 al 24 febbraio
Mare di Agrumi lancia Citrus. Il primo Festival degli Agrumi.
Seminari e conferenze al Priamar, laboratori per bambini (anche destinati alle scuole), laboratori di degustazione e showcooking per adulti, attività per conoscere i prodotti ottenuti dalla lavorazione degli agrumi come quelli cosmetici e farmaceutici, fiera degli agrumi e dei sapori del mediterraneo al Mercato Civico. Inaugurazione del Living Lab Giardino degli Agrumi all’interno del Priamar con aperture al pubblico degli spazi di visita. La Notte degli Agrumi per le vie del centro di Savona. Partnership con ristoratori e bar per la proposta di aperitivi e menù a tema. Biciclettata domenicale non competitiva in collaborazione con FIAB.

Savona ospita dal 21 al 24 febbraio prossimi la manifestazione conclusiva del progetto Mare di Agrumi.
Mare di Agrumi è un progetto transfrontaliero (Italia e Francia i paesi coinvolti) finanziato dall’Unione Europea all’interno del programma Italia-Francia Marittimo. Obiettivo del progetto è la valorizzazione degli agrumi prodotti nei territori coinvolti dalle azioni del progetto, riuniti sotto la dicitura Agrumi dell’alto Mediterraneo.

Qui il programma completo.

I sette Prodotti, le quattro regioni coinvolte:

Chinotto di Savona (Liguria)
Arancio Pernambucco di Finale Ligure (Liguria)
Pompìa (Sardegna)
Clementina (Corsica)
Cedro (Corsica)
Pomelo (Corsica)
Agrumi dell’Isola d’Elba (Toscana)

 

Gli obiettivi diretti del progetto

• Creare reti commerciali transfrontaliere sostenibili e stabili.
• Creare un racconto – strategia che permetta di veicolare il progetto come un vero e proprio marchio turistico dedicato ai territori di cooperazione, contenente elementi di ricerca, di identità e di tradizione volti a proporre al mercato incoming un prodotto a fruizione aperta e scalabile.

Gli obiettivi indiretti del progetto

• Condividere e potenziare esperienze e buone pratiche tra le filiere transfrontaliere (agricoltura agrumicola sostenibile, differenziazione e ottimizzazione della produzione e dei prodotti derivati, potenzialità turistiche legate ai prodotti e al paesaggio).
• Realizzare strategie di formazione e informazione condivise tra i territori partecipanti al progetto fortemente connotate da innovazione e sostenibilità.

Soggetto capofila dell’intera operazione è da ormai due anni il Comune di Savona. Coinvolti nel progetto tutti gli Enti, le Istituzioni e i soggetti portatori di interesse intorno a questi temi: oltre alle associazioni di categoria, agli enti di ricerca e le Università, i coltivatori diretti, i trasformatori, i distributori, i tour operator e le agenzie di viaggio, la ricettività e la ristorazione.

L’evento rappresenta a tutti gli effetti il momento conclusivo di un percorso progettuale durato un biennio (2017-2019). Al contempo dovrà essere il momento di massima esposizione mediatica per i prodotti che il progetto si è proposto di valorizzare. Un vero e proprio evento ponte in grado di raccontare quello che è stato fatto ma soprattutto ipotizzare ciò che si potrà fare in futuro.

I primi due giorni, giovedì 21 e venerdì 22, saranno dedicati ai momenti di incontro, conferenze e seminari rivolti sia al pubblico interessato sia ai vari partner del progetto. Sono attesi, per il comitato di pilotaggio e gli altri appuntamenti seminariali che si svolgeranno nella Fortezza del Priamar, ospiti provenienti da tutte le quattro regioni coinvolte. Sarà questa un’ottima occasione per far conoscere Savona anche sotto il profilo della sua offerta turistico-culturale.
Momento culminante di questi primi due giorni sarà l’inaugurazione del Living Lab Il giardino degli agrumi che grazie a questo progetto rimarrà patrimonio permanente dei savonesi. Un nuovo luogo donato alla città, un giardino che ospiterà tutte le varietà dei sette alberi di agrumi provenienti dalle regioni coinvolte. Il sito, in fase di ultimazione, si trova sul Priamar, nel luogo chiamato Cortina della Batteria di San Paolo. L’inaugurazione, alla presenza delle Istituzioni cittadine e con il coinvolgimento delle scuole di Savona, si terrà venerdì 22 alle 14.30.

L’evento entra nel vivo il sabato 23 e la domenica 24 con Citrus, il Festival degli agrumi. Una grande manifestazione che coinvolge attivamente l’intero tessuto commerciale di Savona. Due giorni di festa dedicati agli agrumi e, soprattutto, al Chinotto, il cui nome scientifico è appunto Citrus Mirtyfolia. Savona sempre più sta costruendo parte della sua rinnovata identità turistico-culturale intorno al Chinotto Presidio Slow Food e questa prima edizione di un Festival degli agrumi ha proprio l’obiettivo di iniziare un percorso che porti alla costruzione di un prodotto turistico legato a questa eccellenza territoriale e alle storie che attraverso di essa potranno essere raccontate.
Cuore della manifestazione sarà il Mercato Civico, dove dalle 11 alle 23 di sabato e domenica saranno presenti i produttori e trasformatori della filiera degli agrumi, Chinotto e Arancio Pernambucco in testa, con la Fiera degli agrumi e dei prodotti tradizionali. Ad arricchire questo vero e proprio mercato tematico, un percorso di degustazione presentato dagli operatori del Mercato Civico di Savona con una interessante selezione di vini agrumati. Durante la due giorni anche showcooking a cura degli allievi dell’alberghiero di Carcare, laboratori di degustazione e giochi didattici rivolti a bambini e adulti.
Ma non è finita. Dalle 18 alle 23 di sabato sera per le vie del centro di Savona si terrà la prima edizione della Notte degli agrumi. Spettacoli itineranti con circo e teatro di strada, mentre commercianti, bar e ristoranti parteciperanno all’evento con prodotti, aperitivi e menù a tema.
E dopo i bagordi di sabato sera quale miglior modo per rimettersi in forma se non con una biciclettata non competitiva a cura della FIAB che attraversando le vie della città arriverà al Mercato Civico per una grande spremuta collettiva.
Una manifestazione che mette insieme gli aspetti tecnici e scientifici dedicati ai partner di progetto (biotecnologie applicate alla parte agronomica e di trasformazione alimentare e non alimentare, con approfondimenti su metodologie e risultati attraverso i seminari previsti); gli aspetti formativi e informativi dedicati agli operatori delle filiere degli agrumi (produttori e trasformatori, operatori turistici) anche con focus dedicati agli aspetti della comunicazione e del marketing; per terminare con gli aspetti esperienziali dedicati al grande pubblico, con una peculiare attenzione agli appassionati e agli amanti dell’enogastronomia.

Con questa prima edizione di Citrus, l’obiettivo è quello di realizzare un vero e proprio racconto che possa essere utilizzato per la costruzione di una strategia comunicativa efficace, capace di durare nel tempo.
Per questa prima edizione il tema è il Circo. Studiowiki, l’agenzia che segue l’evento, ha pensato uno storytelling basato sulla personificazione dei sette agrumi protagonisti con altrettanti personaggi archetipici del favoloso mondo del circo. Abbiamo allora Chinotto il presentatore, Pernambucco il sollevatore di pesi, Cedro il fachiro e così via. Tante storie per appassionare e avvicinare grandi e piccoli a un mondo fatto di tanti aspetti interessanti e poco conosciuti che vale la pena di conoscere e far conoscere.