DANAE – CONTEMPORARY MANNERISM

| 23.02. - 30.03.2019

Si terrà dal 23 Febbraio al 30 Marzo 2019 a Savona nella Cappella di San Michele, piccola chiesetta dedita all’arte, una mostra fotogra ca degli artisti e performer tedeschi TAMSJADISCHMIDT. Curata dal critico d’arte e cinematogra co, Gaia Serena Simionati, l’intento è quello di ri ettere sul cambiamento del signi cato di bellezza e nudo dal ‘500 ad oggi, proprio partendo dalla Danae di Tiziano, simbolo di sensualità ed erotismo, veri cando nella società contemporanea cosa signi chi vedere corpi nudi in movimento e cosa essi rappresentino. La nudità è in primis una metafora dell’essere senza difese, insicuri, non protetti, vulnerabili. Questo è come gli artisti si propongono per convogliare bellezza e ri essione. I TAMSJADISCHMIDT, usando solo corpi nudi, hanno riallineato l’equilibrio di genere dell’arte concettuale, lavorando assieme, uomo e donna, esseri neutri, tutt’uno nel campo della performance e fotogra a.

Essi performano. Parlano del loro stato interiore, si fanno domande, ballano, si muovono, si abbracciano, si toccano, strisciano, recuperando un antico cervello rettile. Quello che segue è un processo di distillazione. Quando si sentono pronti usano un autoscatto con un lungo cavo in remoto, come un cordone ombelicale che li lega all’esterno, per immortalare l’attimo giusto. E si fotografano mentre sono vicini. Alla ne di questo lungo e delicato processo, fatto di tentativi e suspence, arriva la foto nale.

“Quando moriamo” – raccontano – “i nostri corpi saranno sepolti nella terra e diventeranno cenere”. Tutte le sostanze: terra, cenere, poi polvere, sono connesse alla trasformazione dalla vita alla morte. “Il nostro lavoro è sempre stato legato al processo della morte, che è cambiamento”. “Quando avevo 8 anni”- dice Thomas – “dipinsi il mio trenino per renderlo simile a qualcosa di più antico e veritiero”. Trasformare è quindi la parola chiave. Nel mondo contemporaneo questi temi sono reali ed esistenti sempre più. Guerre, bombe, cataclismi, distruzione di massa con armi chimiche, tsunami, siccità, deserti cazione, riscaldamento globale, piogge torrenziali e alluvioni rendono l’essere umano sempre più piccolo, debole, vulnerabile e solo. Nudo con se stesso e i suoi drammi. È un dato di fatto.

Artisti: TAMSJADISCHMIDT