Savona-A due, retroscena di una coppia

| 16.03.2019

Teatro Sacco, Via Quarda Sup., Savona

Sabato 16 marzo, ore 21

“A DUE”

retroscena di una coppia

di Anna Giarrocco

regia di Andrea Benfante

con Anna Giarrocco & Andrea Benfante

Produzione : Il Teatrino di Bisanzio

Una coppia nella vita e sulla scena: una situazione apparentemente perfetta.

C’è Lui, un attore in carriera di grande talento.

E poi c’è Lei, fanalino di coda del successo del compagno che, incapace di trovare la propria strada e la propria realizzazione personale ed artistica, vive in un crescendo di frustrazione e rabbia il rapporto di coppia. Di una coppia che è continuamente sul punto di “scoppiare” e in cui sembrano avere la meglio l’invidia, la gelosia e la competizione malsana fine a se stessa.

Uno spaccato di vita “dietro le quinte” che offre l’occasione per indagare le dinamiche anche perverse del rapporto uomo-donna. Attraverso un’analisi lucida, talvolta spietata e vagamente tragicomica, come poi è la

vita, si apre uno spiraglio al cambiamento e al tentativo di sopravvivere comunque. Sopravvivere re-inventando se stessi e svincolandosi dalle etichette che troppo

spesso ci inchiodano in un determinato ruolo.

Perché, nonostante tutto: finché c’è vita, c’è speranza.

SINOSSI

Lui e Lei entrambi attori da svariati anni, sono una coppia nella vita e sulla scena. Le cose però cambiano improvvisamente: Lui riesce ad affermarsi e Lei, quelle poche volte che ha la possibilità di esibirsi col suo ormai famoso compagno, è

giocoforza relegata ad un ruolo marginale.

Questa situazione “sbilanciata” provoca in Lei frustrazione, rabbia e disperazione.

Sentimenti che in un primo momento, Lei cerca di reprimere per salvare l’amore che tra i due risulta essere sempre sempre vivo. Ma che in un secondo tempo, si insinueranno con violenza all’interno del rapporto di coppia, fino a minarne le stesse fondamenta.

La disperazione di Lei, espressa con i toni dell’invidia, rivalsa e addirittura odio per il suo compagno, la spinge ad un distacco da Lui. Una separazione dolorosa ma inevitabile.

Questo percorso obbligato nel confronto con se stessa e con gli altri per ritrovare la propria identità, la fiducia nelle proprie capacità e nel proprio valore, la porteranno ad una serie di esperienze e incontri con vari personaggi.

Questi ultimi, saranno interpretati – non a caso – dallo stesso attore, come fossero le diverse sfaccettature che compongono una sola persona.

Ma quando questi personaggi si riveleranno essere un altro “tramite” per tornare a Lui, alla comprensione di quell’amore e del suo perché sarà ancora possibile un nuovo inizio?

Uno spettacolo che porta a riflettere non solo su alcune dinamiche di coppia, ma su quanto il rinunciare a portare avanti i propri sogni e bisogni, delegando la propria vita a situazioni, persone o rapporti amorosi, possa “impoverire”e rendere meschino l’essere umano. Ma a tutto c’è rimedio e ogni occasione può essere quella giusta per apportare un cambiamento per poter trovare lucidità e chiarezza, necessarie per guardarsi dentro ed utilizzare le proprie risorse interiori.

Questo spaccato di vita viene narrato dai due protagonisti con tutti gli ingredienti della vita stessa: drammaticità, leggerezza, disincanto e anche un po’ di comicità da sempre il marchio di fabbrica de Il Teatrino di Bisanzio.

Per rispettare la normativa vigente sulla sicurezza, il Teatro ha una disponibilità di posti a sedere limitata, pertanto è molto gradita la prenotazione.

INFO E PRENOTAZIONI

TEL: 331.77.39.633 – 328.65.75.729 EMAIL: info@teatrosacco.com