Albenga-100 Donne per la Storia

| 20.04. - 24.04.2019

Albenga, Palazzo Oddo dal 20 al 24 aprile dalle 16,30 alle 19.00

Mostra fotografica itinerante che celebra il Centenario di Zonta International.

Chi sono le cento donne. Da Marian de Forest, la fondatrice di Zonta International, a Maria Magnani Noya, prima donna sindaco della Città di Torino e Zontiana simbolo dell’ Area 03, da Amelia Earhart, l’eroina del volo, Zontiana celebrata in tutto il mondo, Hedy Lamarr, la star di Hollywood che inventò il wi-fi. Rita Levi Montalcini, una delle più grandi scienziate italiane del XX Secolo: è l’unica italiana a essere stata insignita del Premio Nobel per la Medicina e la Fisiologa nel 1986, Samantha Cristoforetti, prima donna italiana negli equipaggi dell’Agenzia Spaziale Europea, ecc,…
Ogni quadro presenta una foto della protagonista e un breve curriculum, con in evidenza la motivazione per la quale è stata scelta. Si è voluto presentare anche le eccellenze che hanno operato nei territori dell’Area 03, espressioni di riconoscenza dei Club Zonta a Donne che si sono distinte nel loro settore, nella loro epoca, tra queste saranno anche presenti due Donne Caterina Aicardi e Mara Giovine.

AIRCARDI Rina in Gallea (1910-2008)
Creò negli anni ’30, accanto al suo negozio di sarta e ricamatrice, una biblioteca aperta al pubblico con migliaia di libri e romanzi, e per oltre 30 anni costituì una essenziale presenza culturale e di educazione popolare in Alassio. Nel dopoguerra fu una delle prime donne in Italia a ricoprire la carica di Consigliere Comunale e di vice Sindaco, e poi per molti anni Presidente dell’ente comunale assistenza e vicepresidente dell’Ospedale di Alassio, sempre tesa alla promozione sociale ed umana dei suoi concittadini.

GIOVINE Mara in Scavuzzo (1925-2005)
Originaria di Canelli (AT), si trasferisce ad Albenga (SV), dedicandosi totalmente all’insegnamento e stravolgendone i canoni abituali. Adotta pedagogie innovative, inventa giochi didattici approvati dal Ministero dell’Istruzione, pubblica più di 70 testi scolastici, conduce corsi per docenti. Soprattutto, lotta per l’abolizione delle differenze, accogliendo i meno fortunati e dialogando con loro per costruire libere comunità. Persegue la passione per la letteratura ottenendo numerosi premi e riconoscimenti.
Dal 25 Aprile la mostra sarà visitabile ad Alassio, presso la sede dell’Associazione Vecchia Alassio, via XX Settembre, 7