Giornata del contemporaneo AMACI

| 12.10.2019

Dalle 17 alle 19 ingresso ed eventi gratuiti. Il Museo della Ceramica di Savona vi aspetta per un doppio appuntamento:
- la presentazione del libro fotografico Marcello Campora – Vincenzo Cabiati. Saint Sebastian.
Ospite speciale Tatti Sanguineti con una sua lettura del lavoro di Vincenzo Cabiati.
- la presentazione del video Scanner del collettivo Multiplicity (Matteo Ghidoni e Alessandro Petti)
Seguirà una visita a Scanner allestito nel Museo e all’opera Saint Sebastian. Saranno presenti gli autori.
Saint Sebastian di Vincenzo Cabiati nelle immagini di Marcello Campora.
Il libro documenta il racconto per immagini dell’opera Saint Sebastian realizzata da Cabiati nel 2019 in collaborazione con Ceramiche Pierluca e Manifattura Giuseppe Mazzotti 1903.
Oltre alle fotografie di Marcello Campora, il catalogo raccoglie i testi di Irene Biolchini, Tiziana Casapietra e Riccardo Zelatore, curatore del progetto artistico e della realizzazione editoriale.
Scanner
Invitato nel 2006 a produrre un’opera per la Biennale di Ceramica nell’Arte Contemporanea, Multiplicity ha proposto un lavoro sul territorio della ceramica savonese, dandone un ritratto inedito.
Così gli stessi autori hanno descritto Scanner: “Dal porto di Savona partono ogni giorno i vagonetti della Funivia San Giuseppe che trasportano il carbone dal mare fino in collina. Attraverso l’ancoraggio di una telecamera a uno dei vagonetti si è effettuata una mappatura del territorio. Per questo scopo è stata realizzata una sezione trasversale lunga 35 km corrispondente al tracciato della funivia. Il risultato è presentato sotto forma di proiezione dal basso verso l’alto, così da ribaltare il punto di ripresa. Lo scanner-funivia restituisce allo spettatore un paesaggio inesplorato.”
Fondata nel 2000 a Milano da Stefano Boeri, Maddalena Bregani, Francisca Insulza, Francesco Jodice, Giovanna La Varra e John Palmensino, Multiplicity è un’agenzia di ricerca per il territorio articolata come una rete di architetti, geografi, artisti, urbanisti, fotografi, sociologi, economisti e documentaristi.